MAPPA SITOLINKLIFE
  Home
Menu principale
Home
Incontri pubblici
Documenti
Approfondimenti
Partner
Progetto
Archivio Newsletter


Sommario
Layman's Report
layman_s_report.pdf
 (1.09 MB)(it)
layman_s_report_en_pdf.pdf
(1.13 MB)(en)
Linee Guida Brochure Finale
brochure.pdf
(551.87 KB)

Le aree industriali, individuate dai Piani Regolatori per questo scopo, sono spesso dislocate in aree suburbane e sono attrezzate con infrastrutture che ne consentono un funzionamento ottimale in relazione alle produzioni e alle attività commerciali. Le aree industriali dove la presenza delle PMI è predominante sono spesso dotate di impianti ecologici centralizzati per ridurre gli impatti ambientali e i costi. Le cosiddette Aree Ecologicamente Attrezzate (AEA) rappresentano un buon esempio di come si può intervenire a favore della protezione ambientale, contro le fonti di inquinamento di origine industriale, curando, in particolar modo, l’instaurarsi di buoni rapporti fra le imprese locali.

Pur tuttavia, ad oggi pochissime aree industriali si sono adeguate a requisiti ecologici e rare sono le normative, a carattere regionale, che regolamentano la collocazione e la gestione delle AEA. C’ è quindi la necessità di passare dal concetto di AEA a quello di “Area Industriale Sostenibile”, in accordo con le più recenti politiche comunitarie, come indicate nel Sesto Programma Comunitario di Azione sull’Ambiente.

Il Progetto SIAM (n. LIFE04 ENV/IT/000524), finanziato attraverso lo strumento comunitario LIFE-Ambiente, prendendo a riferimento le Direttive Comunitarie specificatamente applicabili, si pone proprio l’obiettivo di definire un nuovo Modello di Area Industriale Sostenibile.

I principali obiettivi del progetto sono:

  • l’integrazione dei principi della sostenibilità nella localizzazione, nell’insediamento e nella gestione delle aree industriali;
  • lo sviluppo di metodi innovativi, basati su di un approccio preventivo, per ridurre l’impatto ambientale e favorire lo sviluppo di tecnologie pulite in queste aree;
  • la promozione del miglioramento continuo delle prestazioni ambientali, complessivamente delle intere aree industriali e, individualmente, delle singole imprese locali, con particolare riguardo a quelle di media e piccola dimensione;
  • l’incoraggiamento allo sviluppo di un clima collaborativo e di efficaci rapporti tra le autorità locali, i cittadini e l’industria; la creazione di condizioni favorevoli per incrementare l’occupazione, formare nuove figure professionali in grado di progettare e gestire le aree industriali.
Questi obiettivi vengono perseguiti attraverso la definizione e l’applicazione di un Modello di Area Industriale Sostenibile, basato sull’uso, l’adattamento e l’integrazione di tre differenti strumenti comunitari di politica ambientale: la Valutazione Ambientale Strategica (VAS), secondo la Direttiva 2001/42/CE; l’EMAS secondo il Regolamento 761/2001/CE; la Contabilità Ambientale ed il Libero Accesso all’Informazione sull’Ambiente, secondo la Direttiva 90/313/CEE.
L'applicazione del modello di area industriale sostenibile sviluppato nell’ambito del progetto dovrà essere replicabile nei paesi all’interno dell'Unione Europea e al di fuori di essa.

Coordinamento del progetto ing. Ferdinando Frenquellucci, ENEA - Via Ravegnana 186, 48018 Faenza (RA) - email:  Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo -  tel. +39 0546 678517

 
LIFE-SIAM - 2004-2007